demagistrislettieri

Quella rete di profili (finti) che attacca De Magistris e vota Lettieri

Ad oltre una settimana dal primo turno ed a pochi giorni dal secondo turno delle elezioni comunali di Napoli, la guerra tra i contendenti si fa sempre più pesante… ma soprattutto SLEALE.

Torniamo al giorno delle elezione e quelli successivi: I ragazzi dell'”Ex OPG Occupato – Je So Pazzo” hanno segnalato brogli elettorali durante le elezioni, confermate poi anche da Fanpage con un video e dalla procura con una indagine che coinvolge Valeria Valente del Partito Democratico.

Ma evidentemente la compravendita di voti non basta! Nelle settimane/mesi precedenti alle elezioni sono apparsi manifesti, che sembrano essere da parte dello schieramento Lettieri, contro l’attuale sindaco Luigi De Magistris ma non è il solo episodio.

Infatti dal web sono apparse pagine contro De Magistris e blog quale “vocenapoliblog.wordpress.com” , abbinato anche a profili, che poi vedremo in seguito essere finti, che provvedevano a pubblicarlo su ogni post pubblicato da De Magistris sulla sua pagina ufficiale.

Partiamo dal blog: è nato a febbraio 2016, su una piattaforma gratuita come wordpress che permette anche il completo anonimato, ed infatti non vi risulta nessun nome e cognome a firmare gli articoli che lanciano accuse a De Magistris

L’ultimo post del blog, nella fattispecie, accusa il sindaco di brogli elettorali segnalati, secondo il blog stesso, anche dal video di fanpage.it e da parte di un tale “Antonio Esposito”.

Ora: Antonio Esposito è vero che risulta presente nella lista “La Città con De Magistris”, ma è anche vero che non vi è nessuna prova fotografica da parte del blog che attesti la sua presenza nel video di fanpage, dove l’unica cosa che si sente è un “Vota Esposito”.
E di “Esposito” vi è praticamente un candidato per lista , Forza Italia compresa, ed è presente addirittura un omonimo Antonio Esposito nelle liste del Partito Democratico

Passando invece ai profili fake, questione tra l’altro già segnalata nei giorni scorsi dalla testata giornalistica Identità Insorgenti, nei giorni precedenti al primo turno elezioni, due profili, ovvero Mauro Attanasio e Lucia Incoronato hanno postato  collegamenti, poi rimossi, all’articolo del blog citato in precedenza
Entrambi con post a favore di Lettieri (e presi dalla pagina dello stesso) e contro De Magistris, gli stessi IDENTICI post:

Schermata da 2016-06-13 15-36-14 Schermata da 2016-06-13 15-36-26

 

 

 

 

 

 

ed entrambi nati il 28 aprile, come è possibile notare dalle foto del profilo sia dell’uno che dell’altro

 

Schermata da 2016-06-13 15-30-24Schermata da 2016-06-13 15-31-26Schermata da 2016-06-13 15-31-12

 

 

 

 

Da notare come nelle ultime ore sono stati rinominati Giuseppe Piscicelli e Sabrina Iodice, ed abbiano rimosso i post pro-lettieri… ma molti dettagli, come potete notare dalle foto e dalle cover, sono rimasti pressoché invariati.

Si aggiungono anche Vincenzo BrunoNicola Massa e Giuliana Crispo che commentano sulla pagina di Napoli Fanpage.it in un post riguardante le elezioni , ed anche loro hanno cambiato nome in Carlo Budoni, Maurizio Migliaccio e Angela Di Domenico e rimosso i post pro-Lettieri

 

Ma non finisce qui, ai 3 commenti presenti sul post di fanpage.it vi sono 3 mi piace da altri 3, di cui 2 come i precedenti: Noemi Siciliano e Marianna Ciliberti (rinominati adesso in Pamela Rullo e Maria Russo)

 

Schermata da 2016-06-13 19-13-55 Schermata da 2016-06-13 19-14-04

 

Ma attenzione! Avendo iniziato la scrittura di questo post 2 giorni fa, nel frattempo, vi sono stati aggiornamenti: i 3 mi piace ai commenti sono aumentati a 6/7/8 e si sono aggiunti altri profili palesemente finti, 4 precisamente, vediamoli:

Ed al momento in cui sto ultimando la scrittura di questo post:

  • Le modifiche più recenti sono state effettuate circa 2/3 ore fa
  • Quella più vecchia risale ad inizio anno
  • Su alcune foto è presente il solito trucchetto della modifica della data
  • Ultimo punto: va notato come TUTTI i profili in questione abbiano disabilitato la possibilità di ricevere le richieste di amicizia da persone da cui non si hanno amicizie in comune

Insomma, una vera e propria rete di profili finti a cui si fa fatica a star dietro!

 

Mancini-e-Sarri-800x471

Mancini, il tuo passato dice che persona sei realmente

Da ieri sera, si è scatenata una vera e propria gogna mediatica sulle affermazioni offese di Sarri a Mancini ovvero: “frocio” e “finocchio”.

Il tecnico Napoletano si è scusato immediatamente sia in maniera privata che in maniera pubblica davanti alle telecamere, cosa che seppur dovuta, non tutti avrebbero fatto.
La cosa non è bastata però ne a Mancini che ha colto la palla al balzo per riportare pubblicamente l’accaduto dando dell’omofobo e razzista a Sarri, ne a certa stampa che ci ha “sguazzato” dentro montandone un caso nazionale addirittura internazionale!

Ora, indubbiamente Sarri ha commesso un errore, spinto soprattutto dalla rabbia e dalla tensione, a rivolgere tali offese a Mancini (che non ha esitato a sfruttare per far mettere alla gogna mediatica Sarri), ma lo stesso Mancini è l’ultimo a poter fare la predica di come ci si comporta in campo, in temi che riguardano il razzismo o anche sulla vita privata

Iniziamo con i fatti meno recenti risalenti agli anni 2000 e 2007…

Il 20 ottobre 2000, lo stesso Mancini minimizzava un evento razzista accaduto tra Sinisa Mihajlovic e Patrick Vieira, dove Patrick Vieira lancio aggettivi del tipo “serbo di me**a”a Sinisa

GENOVA. «Sinisa e Vieira sono due ragazzi intelligenti, credo che possano superare le tensioni e finirla». Compagno di molte battaglie di Mihajlovic, Roberto Mancini cerca di sdrammatizzare il caso nato dopo l’incontro tra Lazio e Arsenal all’ Olimpico, con le accuse di razzismo lanciate da Vieira al laziale. In visita al Salone nautico di Genova insieme alla moglie Federica e al comandante del suo yacht, l’ ex giocatore della nazionale lancia una sorta di invito alla pace.
( Fonte )

Il 21 ottobre 2007 invece minimizzava gli striscioni razzisti da parte dei tifosi dell’Inter contro i Napoletani

Roberto Mancini si rivolge ai giornalisti e in merito agli striscioni razzisti (ma per lui sono semplici sfottò) sostiene: “Iniziate a non farli vedere, quegli striscioni. Voi fate cronaca? E io dico la mia… Siete dei falsi moralisti“. Alcuni ultrà dell’Inter aveva esposto striscioni (dimensioni 5 metri per 1,5) dove venivano offesi i napoletani in maniera molto pesante. Non è goliardia, quella. Non sono sfottò. Ha ragione Carlo Ancelotti. E’ giusto chiudere la curva dell’Inter per dare un esempio e per non penalizzare uno stadio intero: ha fatto bene il giudice Tosel, confermato dalla Figc. Il quotidiano sportivo francese, L’Equipe, sabato titolava: “Calcio ou chaos?”. Il corrispondente Yoann Riou ricordava anche la frase di De Laurentiis: “E’ uno stato di polizia”, e tutti gli incidenti successi quest’anno.

(fonte)

Il tecnico nerazzurro aveva definito “sfotto’ e prese in giro” gli insulti verso i tifosi partenopei. “E’ molto sottile la linea che divide lo sfotto’ dal razzismo- ha spiegato l’allenatore del Milan- e’ stata presa una decisione forte e coraggiosa. Spero che possa servire ad avere stadi un po’ piu’ educati”.

(fonte)

Usciamo dalla zona razzismo ed andiamo sul profilo personale, che lo stesso Mancini adora spiattelare in pubblico, come il divorzio con la moglie, arrivatogli anche a mezzo stampa/social lo scorso luglio

Una separazione a colpi di comunicati. Era stato Roberto Mancini il 26 giugno ad annunciare urbi et orbi (anche sui social attraverso il suo profilo facebook) la fine del rapporto con sua moglie Federica Morelli dopo 25 anni di unione e tre figli. Un comunicato che ha colto di sorpresa la stessa signora Mancini che replica a sua volta con un suo comunicato in cui evidenzia il dispiacere per la scelta del marito di rendere pubbliche decisioni ed episodi privati, ultimi che per altro contesta: “Nel prendere atto della sua volontà di avviare le pratiche per la separazione, Federica Morelli non può che esprimere il proprio disagio per il mezzo mediatico prescelto, che rischia di attribuire dimensioni pubbliche ad una vicenda che sarebbe bene affrontare in un ambito strettamente familiare e personale, nel rispetto della riservatezza e dei sentimenti di tutti coloro che, loro malgrado, ne verranno emotivamente toccati. […]

(fonte)

Insomma, indipendentemente dal fatto che sia “ricchione” o meno una cosa è certa: è sicuramente una “primadonna” che ama stare al centro dell’attenzione dei media e non si fa scrupoli a danneggiare altre persone pur di esserlo.

Ma non finisce qui: ad ottobre (Ancora ad ottobre, consiglio a Mancini una vacanza il prossimo ottobre, o quanto meno un silenzio stampa) dello scorso anno, subito dopo aver ricevuto una espulsione da parte di Banti nella partita contro il Bologna, non ha esitato a definire gli arbitri dei “somari”, a conferma di come neanche lui sia esente dall’insultare il prossimo sul campo di gioco. E dunque, ripeto, è l’ultimo per fare la predica ad altri allenatori!

 

steam_big

Gaming su Linux: A che punto siamo?

steamos_PC_288Negli ultimi 2 anni abbiamo assistito al rilascio del client di Steam per Linux  ed  al rilascio della beta alpha di SteamOS,  il sistema di Valve bastato su Linux (Debian per la precisione) improntato al gaming e ad essere il sistema operativo delle Steam Machine.

Da allora, sembra che l’industria videoludica stia rispondendo positivamente alla Valve, da Nvidia ed AMD stanno ottimizzando i driver alle varie software house indie e non che stanno aggiungendo la compatibilità con il sistema del pinguino ai propri titoli.

Tra i rilasci dei giochi a tripla A(sia nuovi che vecchi) avvenuti da allora, possiamo citare titoli come Football Manager 2014 e 2015, Metro Last Light e delle versioni Redux di entrambi i capitoli della serie, Euro Truck Simulator 2, Tropico 5, Broken Sword 5 e Painkiller Hell&Damnation

La 2K Games si è dimostrata molto interessata a Linux, dato che nel giro di poco tempo ha commissionato ad Aspyr e Feral, le due aziende che si occupano di effettuare il porting dei titoli su Mac e Linux, molti importanti titoli: Borderlands 2, Borderlands The Pre Sequel (con tanto di lancio al day one), Civilization V ed il più recente Civilization Beyond Earth, Aspyr ha inoltre annunciato di essere al lavoro su  altri 3 giochi e 4 DLC.
E’ stato inoltre  annunciato dalla 2K Games il rilascio del titolo Bioshock Infinite nei primi mesi del 2015.

Msteam-linux-tileentre alla Feral si sono occupati del porting di XCOM Enemy Uknown e relativa espansione Enemy Within, seguito dal recente Empire: Total War, da non dimenticare l’annuncio di Total War Rome 2 che verrà portato direttamente dallo sviluppatore originale del titolo, la Creative Assembly.
Entrambe hanno ribadito più volte che sarà un anno pieno di rilasci per SteamOS e Linux

La Nordic Games, che supporta Linux con diversi titoli verranno quali il già nominato Painkiller: H&D, Deadfall e The Raven , sono in fase di porting anche entrambi i titoli dela serie Darksider, ed è stato annunciato anche MX vs ATV Supercross Encore

Ma anche tra gli annunci di giochi in fase di sviluppo possiamo trovare titoli di tutto rispetto: Homefront: The Revolution basato sul nuovo Cryengine, Project Cars ed Unreal Tournament che ovviamente sarà basato sull’Unreal Engine.

Ancora in attesa di conferma ufficiale ma con evidenti tracce su SteamDB possiamo citare Torchlight II e Shadow Warrior. Mentre sono confermati e prossimi al rilascio Oddworld New ‘n’ Tasty (remake in di Oddworld Abe’s Odysse), Pillars of Eternity (realizzato dalla Obisdian Enternatinement. stessi sviluppatori di Fallout New Vegas e proprio nelle ultime ore Dying Light sviluppato dalla Techland che ha già aggiunto il supporto a Linux a Dead Island ed al Chrome Engine.

Buone notizie anche sul fronte degli store online: Gamesgate  ha aggiunto la categoria Linux e GOG.com ha reso disponibile il supporto a Linux, sia per il sito che per il client Galaxy che verrà rilasciato prossimamente.

Insomma, seppur solo all’inizio, si prevede un periodo sempre più interessante per il gaming su Linux!

Supercoppa 2014

La Supercoppa è nostra!

Supercoppa 2014Una partita che sembrava non terminare più, tempi regolamentari (terminati 1-1), tempi supplementari(terminati 2-2) e rigori…7-8 è il risultato finale che i permette di riabbracciare la Supercoppa dopo ben 24 anni e contro la stessa squadra dell’ultima nostra sfida per conquistarla

Una partita con un Higuain che, con la sua insistenza e determinazione nel segnare i 2 gol, ci ha permesso di arrivare ai supplementari ed ai rigori (oltre ad aver fatto capire con un gesto a seguito del gol le sue intenzioni per la partita), un Hamsik che da capitano ha dimostrato ancora al resto della squadra che quando tutti ti danno per sconfitto puoi smentirli e dimostrare che sei ancora li a lottare ed un 24enne Rafael Cabral che con la sua parata è riuscito ad uscire allo scoperto dalla pesante ombra di un predecessore con maggiore esperienza come Pepe Reina e farsi valere, diventando lui l’uomo che concretizza la vittoria di una partita durata oltre 115 minuti.

Ovviamente sono solo 3 dei tanti giocatori che vanno ringraziati per averci regalato una serata emozionante (anche terrorizzante in alcuni momenti, ma per il nostro Napoli direi che possiamo sopportarlo) ed averci dato la possibilità di esultare e festeggiare per la vittoria della Supercoppa 2014.

( Crosspost ACAN1983.it )

jealous_gods_album_cover

Jealous Gods

jealous_gods_album_coverL’ultimo post di questo blog, 4 anni fa, era riguardo Twiligh Theader dei Poeta of The Fall, ed è da loro che si ricomincia (seppur saltando Temple of Thought)!
Il 19 Settembre 2014 è uscito il loro nuovo album Jealous Good, un album che dimostra la capacità di reinventarsi pur non prendendo eccessivamente le distanze da quello che sono stati dal 2004 ad oggi.

Se avete ascoltato gli album precedenti ed ascolterete la maggior parte dei brani di Jealous Good, vi verrà da pensare e dire: “Hanno cambiato stile, ma ho la sensazione di aver già ascoltato questa canzone” eppure anche riascoltando tutte le oltre 60 canzoni precedenti, difficilmente troverete parti uguali.

Ci sono alcune eccezioni però: Nell’album è presente Rogue, la prima canzone dove a farla da protagonista non è la voce di Marko Saaresto, ma Ollie e la sua chitarra. e dimostra tutto il suo talento.

Altra eccezione è Choice Milionare dove la voce di Marko verrà distorta digitalmente, con risultato del tutto inaspettato per lo stile dei Poets of the Fall.

Altra canzone interessante è Hounds to Hamartia, che con un whisper a fine canzone rivela essere la prima versione di Late Goodbye, canzone di debutto della band finlandese nel secondo capitolo del videogioco Max Payne 2 della Remedy.

Insomma, anche il sesto album non disattende le aspettative dei fan!

Twilight Theater

Il 17 Marzo è uscito Twilight Theater, il 4° album dei Poets of the Fall, band finlandese di cui ho già parlato diverse volte in passato.
Nonostante le aspettative dei fan fossero alte, la band è riuscita a produrre un album che riesce a soddisfarle ed inoltre riesce in alcuni casi a superare l’album di debutto Signs of Life (cosa che comunque non erano riusciti a fare con i precedenti allbum Carnival of Rust e Revolution Roulette, nonostante la loro qualità).

Il CD contiene 10 brani, apre con il primo singolo Dreaming Wide Awake e chiude con una canzone tranquilla, come da tradizione, ovvero Heal My Wound, ecco la lista completa

1. Dreaming Wide Awake
2. War
3. Change
4. 15 Min Flame
5. Given and Denied
6. Rewind
7. Dying to Live
8. You’re Still Here
9. Smoke and Mirrors
10. Heal My Wounds

Tra i fan, il parere è praticamente unanime: Twilight Theater è un capolavoro; canzoni con musiche da brivido come War o 15 Min Flame miste a canzoni più tranquille come Given and Denied, Rewind o Heal My Wounds, ovviamente il tutto associato a testi poetici e profondi rendono quest’album tale.

E’ possibile acquistare l’album tramite lo Shop Ufficiale dei Poets of the Fall, da Record Shop X, iTunes o nei negozi se vi trovate in Finlandia o Svezia.

Inoltre fino al 23 Marzo è possibile ascoltare l’anteprima completa (e vi consiglio vivamente di farlo) su Record Shop X

E per concludere vi lascio all’ascolto ed alla visione del video Dreaming Wide Awake ( primo singolo estratto dall’album )  e vi consiglio anche di visitare il loro sito o la community italiana.

NapoliPassion per iPhone

napolipassion

Disponibile la versione per iPhone/iPod Touch (ed utilizzabile anche da altri dispositivi Touch) di NapoliPassion, dove sarà possibile vedere le ultime notizie, la classifica, il calendario, la classifica marcatori ed i dettagli dell’ultimo turno giocato dal nostro Napoli.

Per visualizzarla non è necessario installare alcuna applicazione, basterà andare all’indirizzo www.napolipassion.net, verrete reindirizzati automaticamente alla versione iPhone/iPod Touch.
Se così non fosse basterà invece andare all’indirizzo iphone.napolipassion.net

Comfort Pack per Firefox

Disponibile su Mozilla Addons la mia prima raccolta di estensioni, Comfort Pack, cioè le estensioni che, secondo me, non possono mancare per una navigazione più comoda

Le 9 estensioni comprese nella raccolta sono:

  • Tab Progress Bar
    Aggiunge una barra di caricamento sopra ogni scheda, in modo da poter tenere d’occhio lo stato di caricamento di tutte le pagine.
  • Closy
    Aggiunge alcune opzioni di chiusura delle schede, come ad esempio quelle “bianche”, quelle duplicate, quelle con un titolo specifico o altro.
  • Resizable Textarea
    Permette di ridimensionare le aree di testo, che a volte risultano troppo piccole.
  • Last Tab Close Button
    Aggiunge il pulsante “Chiudi Scheda” all’ultima scheda rimasta aperta, rimosso nell’ultima versione di Firefox.
  • ReloadEvery
    Permette di impostare il ricaricamento automatico delle pagine, quindi potremmo decidere di far ricaricare da sola una pagina ogni tot. di secondi.
  • Faviconize Tab
    Permette di ridurre le schede alla sola favicon (cioè l’icona del sito), riducendo dunque lo spazio occupato sulla barra delle schede.
  • Fission
    Sposta la barra di caricamento nella barra dell’indirizzo, risparmiando cosi spazio nella barra di stato.
  • Undo Tab Closed Button
    Aggiunge un pulsante con le schede chiuse di recente (che di base si trovano sotto il menù cronologia)
  • SmoothWheel
    Rende più morbido lo scorrimento della pagina, sono inoltre presenti diverse impostazioni per personalizzare al meglio lo scorrimento della pagina.

Per visualizzare e scaricare le estensioni dalla raccolta potete andare alla pagina presente su Mozilla Addons

Restyling

Come potete notare sia il blog, che il resto del sito, hanno una nuova grafica,

Per quanto riguarda il sito, la grafica è simile alla precedente ma modernizzata e con qualche aggiunta come i collegamenti ai vari profili sul web.

Mentre per il blog, a differenza dell’ultimo rinnovo grafico, che ha unificato grafica del sito e del blog, questo ridivide le due cose, affidando la grafica del blog al bellissimo tema Blue Mist della AoE Media.

Allora… che ne pensate della nuova grafica del sito? sono ben accetti consigli,critiche,ecc… (no i pugni per questa volta saltiamo… mi devo ancora riprendere dall’ultimo post ;) )

%d bloggers like this: